Santorini e il tramonto piu’ bello del mondo

Santorini, l’isola piu famosa delle cicladi è un mix straordinario di natura, cibo e tramonti incredibili.


Santorini nasce dopo una grande eruzione vulcanica avvenuta nel 1600 a.C. si è creata l’isola principale da cui prende il nome da Santa Irene dato dai Veneziani, una piccola isola raggiungibile in barca Thirasia con un piccolo villaggio locale e la parte centrale del vulcano visitabile approdando in barca.








Ci ho messo un po a scrivere questo articolo dopo il ritorno per abituarmi alla routine quotidiana e riabituarmi alla normalità dopo 5 giorni passati su quest’isola che sembra quasi magica.





Santorini è a forma di mezzaluna e i villaggi sono collegati con poche strade ma efficienti tra di loro, per visitarla tutta è consigliabile affittare un quad o motorino visto che permettono di muoversi senza troppe difficolta e trovare facilmente parcheggio.




Spiagge






Essendo un’isola vulcanica con rocce che arrivano a picco sul mare le spiagge presenti sono formate da sassi o da roccia vulcanica e l’acqua è subito alta dopo pochi metri ma ne esistono di tante tipologie, ecco per noi le piu’ belle.





  • Red Beach : si trova nella parte meridionale dell’Isola, c’è un piccolo parcheggio ed un tratto di strada da fare a piedi tra rocce e un percorso abbastanza “avventuroso” ma l’effetto delle rocce e della sabbia rossa sul mare è fantastico infatti io e Antonella abbiamo scattato migliaia di foto ogni metro fatto. Ci sono piccoli lidi e qualche chioschetto dove assaggiare una buonissima pita ( ma di questo parleremo dopo) oppure frutta fresca.

  • Vlychada Beach : a pochi km dalla Red Beach si trova questa spiaggia formata da ciotoli e con montagne che entrano a picco sul mare. E’ meno frequentata ma offre una paesaggio incredibile mentre ci si rilassa un po fuori dai percorsi turistici classici.

  • Perissa Beach : ci siamo stati l’ultimo giorno, forse è la zona piu’ organizzata, spiaggia formata da sabbia nera di origine vulcanica ha piena di lidi con costi molto accessibili inoltre se mangiate nei ristoranti collegati avete diritto a lettino e ombrelloni completamente gratuiti.






Noi abbiamo alloggiato a Perissa presso Agios Antonios , dove la signora super disponibile affitta piccoli “bungalow” in stile tipicamente Greco, la posizione era ottima avendo tutto a due passi.




Dove andare





Oia


Oia è il punto migliore per osservare il tramonto, si può ammirare il sole scendere fino allo scomparire nel mare.





La cittadina si sviluppa nella parte piu settentrionale dell’isola di Santorini, oltre le tipiche chiese ortodosse una della sua particolarità sono i mulini a vento .




Thira


È il centro più importante di Santorini, attraccano navi da crociera o semplici traghetti.
Sia di mattina che di sera c’è tantissima gente , si trova nella parte centrale dell’isola e si affaccia sulla caldera.



Entrando nel villaggio si può subito notare la tipica architettura greca con la chiese ortodosse completamente bianche con le rifiniture blu.

La cittadina è piena di negozi, ristoranti, scorci incredibili dove il sole si fa sentire prorompente fino al tramonto.

A proposito di Tramonto Thira insieme a Oia è il posto migliore per il tramonto, è consigliabile arrivare almeno un oretta prima per trovare posto in prima fila o per goderselo da uno dei tanti cafè presi d’assalto.




Porto Vecchio Thira






Raggiungere il porto vecchio è un esperienza indimenticabile, si può scegliere di scendere e salire con la funivia o gli asini che ti portano su e giù ( diciamo che è un usanza che non mi appassiona e non ci ha fatto piacere vedere centinaia di animali salire e scendere) oppure per godersi il fantastico panorama scendendo a piedi. Arrivati al porto vecchio si possono girare negozietti turistici .





Perissa


Perissa è la zona balneare più bella che abbiamo visitato, su tutto il lungomare ci sono ristoranti e negozi con spiagge grandi di fina sabbia nera.




Gyros








E’ un villaggio che si trova nella parte centrale dell’isola raggiungibile sulla strada che porta da Perissa a Thira , l’abbiamo scoperta quasi per caso ma qui si respira la tipica aria di Grecia, poco affollata di turisti abbiamo pranzato in un ottimo ristorante di cucina greca.





Si respirava una pace e tranquillità unica, anche se le salite non sono il nostro forte.




Escursione in Barca






A Santorini non può mancare l’escursione in barca, ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le tasche.








Abbiamo scelto un’escursione che ci ha permesso di visitare il Vulcano , bella esperienza a parte continue salite, la parte forte è stato il bagno in un acqua “gialla” colorata dall’azoto che si trova sulle pietre vicino il vulcano ed infine un giro a Thirasia , il villaggio distaccato presente sulla piccola isoletta che fa parte di Santorini.







Cosa Mangiare






Non fatevi mancare Pita e Gyros oltre a tutti i tipi di dolci possibili, in ogni ristorante ce ne hanno offerto uno , specie una crema fatta con yogurt greco che era la fine del mondo.






Forse non sarò riuscito a trasmettervi l’entusiasmo e i bellissimi giorni che abbiamo passato a Santorini ma cosiglio a tutti di andarci una volta nella vita perchè ne vale davvero la pena. Non lasciatevi ingannare dai prezzi stratosferici che vi sparano agenzie, con un po di ricerca e senza troppe pretese si può fare un viaggio per qualsiasi tasca.





Non ho potuto caricare tutte le foto ma potete seguirmi sul mio profilo instagram @_oggisiesce per rimanere aggiornati su tutto.









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *